0 0
0

Nessun prodotto nel carrello.

carrello_vuoto_pneumatica

Tassa PFU inclusa nel prezzo. Spedizione Gratuita in Italia.

Etichetta degli pneumatici - Vendita pneumatici online per ogni tipo di autoveicolo scopri oltre 40.000 di misure acquis...

Jul 09, 2021 / by Marika Alessi / in Pneumatici

Tramite il regolamento (CE) 1222/2009 sulla nuova etichettatura degli pneumatici, si mira a fornire informazioni utili e facilmente valutabili sulle caratteristiche generali degli pneumatici, che può essere usato dal 30 maggio 2012, diventando obbligatorio per tutti quelli prodotti dopo il 1o luglio 2012, e che dal 1o novembre 2012 tutti gli pneumatici messi sul mercato dovranno per legge riportare la nuova etichetta.

I parametri misurati, valutati e mostrati sono:

blog_0003_consumi
 

1. Consumi (resistenza al rotolamento), dove tramite il test stabilito dal Regolamento (CE) 1222/2009, modificato dal Regolamento (UE) 1235/2011 viene valutata la resistenza al rotolamento, in quanto maggiore sarà la resistenza al rotolamento e maggiore è il consumo di carburante, valore che cambia non solo per via delle caratteristiche fisiche dello pneumatico, ma anche con la pressione dello stesso.

Tale valore o più precisamente classificazione alfabetica viene determinato non solo dal coefficiente di attrito dello pneumatico, ma anche in base alle categoria di mezzi per cui è destinato.
•Nel Regolamento Europeo, la resistenza al rotolamento è espressa in gradi, variabile da A (il migliore) a G (il peggiore) per le auto. Secondo il regolamento ECE 117.02 delle Nazioni Unite, sono stati introdotti nuovi requisiti per i pneumatici prodotti dal 1 novembre 2014. I pneumatici con classificazione “G” non saranno più accettati in Europa per tutti i pneumatici di classe C1 e C2 (automobili, SUV e autocarri leggeri).

 

 

blog_0002_aderenza2. Aderenza su bagnato, questa valutazione viene effettuata facendo frenare un'autovettura su fondo bagnato tramite le procedure stabilite dal Regolamento (CE) 1222/2009 come modificato dal Regolamento (UE) 228/2011 e (UE) 1235/2011.
Prova eseguita tramite veicolo standard dotato di ABS, che deve passare da 80 a
20 km/h, strato d'acqua compreso tra 0,5 e 1,5 mm, con temperatura compresa tra 2 e 20 °C per gli pneumatici invernali e tra 5 e 35 °C per gli pneumatici estivi.
•Secondo il regolamento ECE 117.02 delle Nazioni Unite, sono stati introdotti nuovi requisiti per i pneumatici prodotti dal 1 novembre 2014. I pneumatici con classificazione “F” non saranno più accettati in Europa per tutti i Pneumatici Classe C1 (auto e Suv).

 

 

 

 

 

blog_0001_rumore

 

3. Rumore esterno da rotolamento, rappresenta il rumore prodotto dallo pneumatico durante la marcia che si percepisce all'esterno del veicolo ed è misurata tramite la metodica stabilita dal Regolamento (CE) 1222/2009, dove in questa sezione viene visualizzato il valore in dB e tramite un altoparlante con tanto di barre sonore, le quali rappresentano:

•3 barre nere = pneumatico conforme all'attuale normativa europea
2011/43 CE
•2 barre nere = pneumatico mediamente rumoroso, compreso tra il futuro limite e 3 dB al di sotto •1 barra nera = pneumatico poco rumoroso, oltre 3 dB al di sotto del futuro limite.
Il valore indicato sull’etichetta non si riferisce al rumore interno che il guidatore percepisce mentre guida, ma al rumore esterno che contribuisce all’inquinamento acustico.

 

 

 

 

 

blog_0000_energiaDa maggio 2021 entrerà in vigore la nuova etichetta europea per pneumatici: servirà a fornire ai consumatori informazioni più complete sul prodotto. Sull’etichetta saranno indicate le nuove classi di resistenza al rotolamento – un indice determinante per l’efficienza complessiva del veicolo – e di frenata sul bagnato, mentre il livello di rumorosità sarà indicato col numero di decibel accompagnato dalle lettere A, B o C. Inoltre, utilizzando il QR code presente sull’etichetta, gli utenti potranno accedere a informazioni aggiuntive sul pneumatico. Presenti anche due pittogrammi a indicare se il pneumatico ha un’aderenza su neve corrispondente agli standard di omologazione UE, riconoscibile in questo caso grazie al simbolo del fiocco di neve, e se assicura un grip sul ghiaccio in linea con il nuovo standard ISO. Sempre a partire da maggio 2021, queste informazioni dovranno essere disponibili sull’etichetta adesiva anche per gli pneumatici dei veicoli commerciali pesanti (Classe C3). Rimarranno invariate le classificazioni dalla A alla C. Gli pneumatici C1 e C2 (per auto e furgoni), che appartenevano alla classe E per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato saranno assegnati alla classe D, che prima non veniva usata, mentre gli pneumatici che occupavano le precedenti classi F e G cambieranno in classe E.